Scende la neve


Ricreiamo le nevicate che imbiancano le nostre città nella nuova veste del blog e ci prepariamo al Natale proponendovi un lavoretto "con fiocchi e controfiocchi"! (Ringraziamo la maestra Giuditta per condiviso con noi questa bella idea riciclosa)

Se siete golosi come noi, vi capiterà senz'altro di ritrovarvi con barattoli in vetro ormai privi di marmellata, nutella o quant'altro. Anche quelli di sugo di pomodoro vanno bene: l'importante è che la parte centrale sia il più possibile liscia. Il barattolo va ovviamente ben pulito.

Con la tecnica del decoupage attaccate sull'esterno del barattolo (scegliete voi quale parte sarà il "sopra" e quale il "sotto"), ma con il disegno rivolto verso il vetro, il soggetto scelto ritagliato precedentemente da un tovagliolo (sotto Natale ci sono tanti bei soggetti). Non è importante che il disegno sia ritagliato finemente, anzi, se vi lasciate un po' di sfondo l'effetto è migliore (ed è più semplice senza parti piccole); vi ricordiamo però che un tovagliolo ha tre strati e per fare il decoupage serve solo quello con il disegno stampato (ricordatevi di eliminare gli altri due) e che la colla (anche vinavil diluita con un po' acqua) va posta, una volta posizionata l'immagine, dal centro verso l'esterno con un pennello cercando di evitare di creare bolle d'aria.

Una volta asciutto, il barattolo va ricoperto con della neve finta (va bene quella spray) ad eccezione di un tondo sul davanti, proprio dove si affaccia l'immagine del tovagliolo che abbiamo attaccato. Per aiutarvi potete ricoprire con un pezzo di carta lo spazio desiderato mentre "spruzzate" la neve.

Lasciate asciugare ancora e riempite il barattolo di acqua, inserendovi un pugnetto di "neve" (c'è apposta da comprare; ma in alternativa se vi si è appena rotto un piatto o una tazza, sapete dove potete utilizzare quelle scheggette sottili sottili). A questo punto bisogna sigillare il tappo (con colla a caldo o, ancor meglio, con del silicone).

Ecco pronta un'artigianale boccia di vetro!



Buon Natale!

Natale in semi


Avete mai pensato di decorare l'Inverno con i frutti delle altre stagioni? Sì? Anche noi!
Quest'anno avevamo conservato un sacco di semi di anguria, ciliegia, albicocche, prugne, mele, insieme alle immancabili pigne! Per un tocco di verde abbiamo raccolto nei boschi anche dei licheni e un po' di muschio.
Ci siamo poi provviste di colla vinilica e abbiamo iniziato a creare:


Questa striscia in iuta è stata realizzata dalle nostre Associate Alessandra e Giorgia (avete già visto il loro blog?); sempre loro hanno realizzato un alberello (la base di polistirolo), aggiungendo alle decorazioni naturali delle bacche rosse in plastica.


Alessandra ne ha provato a fare uno più grande con il suo gruppo di bambini: speriamo che ci passi presto le foto!

Sicuramente più facile da realizzare è un alberello bidimensionale da appendere: su una sagoma di cartoncino (noi abbiamo usato quello delle confezioni di pasta), abbiamo incollato della iuta ricavata da un vecchio sacco di patate (vi consigliamo di lavarlo prima ^^) e sopra vi abbiamo incollato i semi e delle scaglie di pigna in modo da creare dei fiorellini. Preparandone due di uguali dimensioni, è possibile incollarli insieme per nascondere il retro in cartoncino e l'attaccatura del filo (noi abbiamo usato lo spago). L'idea ci viene sempre da Alessandra, ma stavolta possiamo mostrarvi quello realizzato da una nostra piccola frequantatrice, che ha preparato con noi alcuni oggetti da esporre al mercatino della parrocchia.

Ecco a voi l'alberello fatto da Stefania (9 anni): sul primo lato ha usato semi di anguria e ciliegiasull'altro, semi di ciliegia e mela

i lati sono stati decorati con semi di anguria per nascondere meglio l'attaccatura dei due cartoncini e relativa iuta in eccesso


A presto per le prossime idee!