Braccialetto in Kumihimo

Cambiamo grafica anche al blog, ogni tanto! Abbiamo visto questo sfondo caramelloso e non abbiamo saputo proprio resistere! Spero che piaccia anche a voi ^^

All'animazione del 22 giugno è andato tutto bene: eravate davvero in tanti! Per fortuna avevamo abbastanza bicchierini da yogurt per tutti! Presto (speriamo) posteremo le foto.


Oggi, in previsione di lunghe attese sotto l'ombrellone prima di fare il bagno o di lunghi spostamenti in auto, vi proponiamo la realizzazione di un braccialetto colorato con la tecnica (base) del Kumihimo. E' qualcosa di un po' diverso da quanto proposto finora, ma vi assicuriamo che è molto semplice e d'effetto; inoltre è un lavoro che permette di tenere occupate le mani mentre si chiacchiera o si pensa ad altro.

Vi abbiamo convinti? Bene, iniziamo!

Occorre: 4 fili di cotone dei colori che preferite (vi consigliamo di tenere una lunghezza abbondante, tra i 70 e gli 80 cm) e un cartoncino su cui ritagliare il "telaio" (noi abbiamo preso un lato di una confezione di pasta).
Il "telaio" altro non è che un tondo (per fare lo stampo noi abbiamo usato un vecchio CD) con un buco centrale (il foro piccolo di un CD), su cui, all'esterno abbiamo applicato dei tagli (il Kumihimo vero e proprio ne richiederebbe 32 equidistanti; per quello che vi proponiamo ne bastano meno, anche fatti ad occhio)


Prepariamo i fili piegandoli tutti e quattro a metà e formando un'asola non troppo grande con un nodo

e li posizionamo sul "telaio": asola e nodo vanno infilati nel piccolo buco centrale, mentre i fili liberi vanno sistemati in coppia a formare una croce. Per facilitarvi il lavoro potete posizionarli come abbiamo fatto noi, alternando i colori (noi ne abbiamo usati solo due, ma potete seguire lo stesso principio anche con fili di quattro colori diversi)

Sistemato tutto non resta che iniziare. Il procedimento sarà sempre uguale per tutta la lunghezza del braccialetto (quando sarete più abili potreste intervallarci delle perle o altri tipi di nodi): posizionate la croce di fili davanti a voi. Prendete il filo in basso a destra portatelo nel taglio in alto a destra

Prendete quidni il filo in alto a sinistra (se avete posizionato i fili come noi, sarà dello stesso colore del filo che avete appena spostato) e lo portate in basso a sinistra.
Notate che i fili che spostate non si incrociano mai.

Ora girate di un quarto il telaio in modo da portare davanti a voi i fili su cui non avete ancora lavorato e ripetete lo stesso procedimento (filo in basso a destra in alto a destra e filo in alto a sinistra in basso a sinistra). E' importante girare sempre nello stesso verso quindi vi consigliamo di segnare sul telaio la direzione su cui state lavorando con una freccia.
Dopo un po' di passaggi noterete che nel buco centrale il vostro braccialetto prende forma!

Se per qualche motivo volete interrompore il lavoro, basta segnarvi l'ultimo passaggio fatto; se non fosse sufficiente, basta guardare il centro del lavoro: il colore più in alto è l'ultimo che avete spostato

Quando raggiungete la lunghezza giusta, sfilate i fili dal telaio e chiudeteli con un nodo bello grosso che si infilerà nell'asolina per la chiusura.


Speriamo di essere stati chiari (questo laboratorio è un po' più difficile del solito), in caso non esitate a chiederci chiarimenti!


Buona estate!

2 commenti:

MammaPaola ha detto...

Ma che bello che è questo blog! Vi ho appena scoperto e vi aggiungo nella lista dei miei blog preferiti.
Questa tecnica non la conoscevo, ma la proverò sicuramente.
Ciao e buon lavoro!

antonella ha detto...

Ma che tecnica interessante e che bell'intreccio. Grazie, grazie, grazie!!!